Intelligence

L'eliminazione di Osama Bin Laden*

*(secondo l'interpretazione del Gen. Michel Masson**)

Nonostante le informative relative alla pianificazione politica e militare americana, che ha condotto alla eliminazione di Osama Bin Laden, siano volutamente coperte da segreto militare tuttavia coloro che hanno per lungo tempo lavorato nella intelligence militare-come il Generale Michel Masson- hanno la credibilità necessaria per fornire una credibile e verosimile ricostruzione- seppure a grandi linee- della operazione della intelligence americana.

Ebbene,la ricostruzione svolta da Masson costituisce,a nostro parere, indubbiamente una buona approssimazione alla realtà effettiva degli avvenimenti. Secondo l'autorevole valutazione della Generale Michel Masson, direttore dell'intelligence militare francese (Direction du renseignement militaire -DRM)dal 2005 al 2008 , l'operazione che ha condotto all' eliminazione di Osama Bin Laden è stata innanzitutto frutto di accurate informative raccolte durante un arco temporale molto ampio, informative che sono state il risultato di un lavoro capillare ed di indubbia professionalità soprattutto da parte della C.I.A.

Verosimilmente il rifugio di Osama Bin Laden era stato osservato e analizzato a lungo prima di attuare un intervento delle forze speciali e l'individuazione effettiva del domicilio reale di Osama Bin Laden è stato dunque frutto di un sottile e paziente lavoro di analisi e di interpretazione di dati.

In secondo luogo, è indubbio che il 23 febbraio 2011, si svolse un incontro tra il Capo di Stato Maggiore pakistano Generale Ashfaq Kiyani e un suo pari grado francese (e indubbiamente anche con uno o più ufficiali dei servizi di informazione militare francese) ma soprattutto è indubbio che un ruolo di enorme rilevanza durante questo incontro fu svolto dal Capo di Stato Maggiore Interarma americano Mike Mullen assistente del generale David Patreaus comandante in capo in Afghanistan.

Per quanto riguarda la pianificazione operativa, il Generale Masson rileva come questa, prima di essere attuata, fu minuziosamente pianificata e applicata diverse volte sia attraverso una modellizzazione informatica a tre dimensioni dell'edificio e dell'ambiente naturale nel quale verosimilmente si trovava Osama Bin Laden sia all'interno di un centro di addestramento al combattimento urbano. Inoltre, la delicatezza e la complessità dell'operazione, ha indubbiamente richiesto un ottimo coordinamento tra le varie agenzie di intelligence americane e ,in modo particolare, tra la C.I.A., l'N.S.A,l'N.G.A e la D.I.A .

Infine, Masson non può fare a meno di rilevare l'esistenza di indubbie analogie tra quest'operazione e quelle attuate contro Abou Jiad(membro di Al Fatah) il 16 aprile 1988 a Tunisi da parte delle Unità di Ricognizione dello Stato Maggiore delle forze speciali (la celebre Sayeret Matkal) dietro indicazione di Ehud Barak che fu a capo della pianificazione politico-militare.

** CENTRE FRANÇAIS DE RECHERCHE SUR LE RENSEIGNEMEN, TRIBUNE LIBRE N°13 "OBAMA ET LE RENSEIGNEMENT AMÉRICAIN CONTRE BEN LADEN"4/05/2011 ,

Comments   

direttore
+1 #11 direttore 2011-08-17 10:51
Solo commenti pertinenti l'Analisi.
Grazie.
Silendo
0 #10 Silendo 2011-08-10 11:57
Per ricordare i fallimenti della CIA (o presunti tali, dato che di solito quando si menzione un servizio segreto lo si fa SOLO per enfatizzare i fallimenti e mai per evidenziare i successi... lo sanno bene anche quelli dell'ex Sismi che viene indicato solo quando esce qualche scandalo e MAI per gli innumerevoli successi ottenuti in tutti questi anni che hanno fatto si che l'Italia è ancora un paese "speciale" per quel che riguarda le releazioni internazionale con tutto il mondo), basta pensare a Fidel Castro e agli oltre 600 tentativi per farlo fuori... Ma se ci pensate bene, come mai è così difficile eliminare qualcuno "scomodo" ? un problema "tecnico" o SOLO "polito" ? ;) www.youtube.com/.../
Silendo
0 #9 Silendo 2011-08-10 11:47
(segue) bi si possono notare numerose "inesattezze", per non dire "assurdità" o meglio castronerie. Daltrone una volta che il video è andato in onda è difficile se non impossibile porvi rimedio con segnalazioni di qualunque tipo, querele e quant'altro sarebbero un ennesima perdita di tempo contro chi puntualmente vuole divulgare "la propria verità", senza un minimo di contradittorio con la parte avversaria. Si torna sempre al sentito dire.. si dice che.. hanno detto che ... etc etc.. ;)
Silendo
0 #8 Silendo 2011-08-10 11:46
bibi ho forti perplessità sui "documentari" divulgati da sky -history chanel, perché troppo spesso ho notato una puntuale faziosità, specialmente con forti riferimenti alla CIA (annessi e connessi), coem quasi fossero parte integrante di una "campagna di disinformazia", che non tutti percepiscono ma che oltre a leggersi tra le righe, spesso è davvero pesante e a volte inaccettabile. Raccontare la Soria è un conto, ma fare necessariamente commenti di pare, supposizioni e deduzioni personali è tutt'altra cosa. Ad esempio nel video : www.youtube.com/.../ ...
bibi
0 #7 bibi 2011-08-10 11:31
daniele678 e silendo, vorrei provocarvi, del tutto senza malignità e al solo scopo di attivare un piccolo scambio di opinioni, facendovi sapere che su History Channel di Sky girano due "documentari": uno riguarda 10 tentativo degli USA di uccidere Bin Laden, tutti falliti; l'altro è la simulazione di come si sarebbero svolti i fatti ad Abbottabad. A me sono parsi due bei spot agli USA oltre al tentativo di dare una spiegazione alle c.d. "masse". Se li avete visti, sarei curiosi di conoscere la vostra opinione in proposito?
Silendo
0 #6 Silendo 2011-08-10 11:17
Bravo Daniele, grazie per la provocazione gratuita ;) peccato che siamo abituati anche alla critica, anche quando è sana, costruttiva e propositiva ! :cry:
Piuttosto perché non fai domanda tu? Lo Stato ha sempre bisogno di manodopera :) TI ASPETTIAMO !!!! :-x
p.s. ovviamente devi venire come Volontario in forma gratuita, porterai il tuo prezioso contributo e darai una mano anche tu a "Salvare il Mondo!" ;) Per te è pronto già un bel vestito alla James Bond , dai che aspetti a fare domanda? :lol:

Un saluto con simpatia
daniele678
0 #5 daniele678 2011-08-10 11:00
si certo come no 10 anni per prendere un terrorista ma dai sveglia visto che sei cosi esperto perchè non fai domanda nell'intelligen ce magari dall'altra parte notano la tua saggezza e ti assumono!!!!!!! !!!!!!!!!
Silendo
0 #4 Silendo 2011-07-26 18:40
Iniziavo a preoccuparmi che non fosse ancora venuto fuori qualcuno che sapeva come erano andate davvero le cose... :-x p.s. la CIA non ha mai avuto bisogno di consensi da parte di nessuno, anche perche senza di essa oggi non esisterebbe neppure l'America ;)
daniele678
0 #3 daniele678 2011-07-26 09:57
ma vi siete bevuta anche questa? figuriamoci se la cia ci mette 10 anni per prendere un terrorista è la solitqa propaganda per risollevare i consensi all'america.
Silendo
0 #2 Silendo 2011-07-11 20:25
Alcune operazioni particolari necessitano di essere coperte da Segreto proprio per salvaguardare anche l'intera attività (abnorme) attuata per la "risoluzione" del caso, con l''ausiglio anche della collaborazione di terzi paesi. Ritengo che sia di gran lunga più importante mantenere riservati TUTTI i dettagli dell'attività, piuttosto che dare anche un semplice comunicato stampa. In ogni caso non si accontenterà mai l'opinione pubblica, che per definizione è portata a pensieri complottistici anche davanti all'evidenza dei fatti. Ci sono persone che si mettono in testa delle idee, e si autoconvincono che quello che percepiscono sia la sacrosanta Verità. Purtoppo non è sempre così, ma è pressoche impossibile fargli cambiare idea :) :-x