Intelligence

Echelon: un sistema di controllo globale

 
Fino a poco tempo fa soltanto pochi addetti ai lavori erano al corrente dell'esistenza di una rete di monitoraggio globale, di straordinaria capacita' ed estensione, che gli Stati Uniti gestiscono, con la collaborazione di Gran Bretagna, Canada, Australia e Nuova Zelanda.
A renderlo pubblico e' un recentissimo rapporto del Security Technological Option Assessment; (STOA), secondo il quale ogni telefonata, ogni fax, ogni messaggio di posta elettronica, criptato o meno, puo' essere intercettato, selezionato, decodificato e inserito in una potentissima bancadati computerizzata, comune ai cinque Paesi in questione. Come funziona? La particolarita' del sistema Echelon e' che la sua rete di satelliti, basi terrestri e super-computer non e' progettata unicamente per permettere l'intercettazione di alcune specifiche linee di trasmissione, ma per intercettare indiscriminatamente quantitativi inimmaginabili di comunicazioni attraverso qualsiasi mezzo o linea di trasmissione.
Il primo componente di questo sistema e' costituito dalle cinque grandi basi Ukusa da cui vengono intercettate le comunicazioni che passano attraverso i 25 satelliti geostazionari Intelsat usati dalle compagnie telefoniche di tutto il mondo per le comunicazioni internazionali. A ogni singolo paese del patto (eccezion fatta per il Canada) e' assegnata la copertura di una particolare area del mondo. La base che controlla l'intero traffico europeo sta in Inghilterra, a Morwenstow, una localita' situata a 115 km a est di Exeter, sulle scogliere del Cornwall.
"L'ultima generazione di satelliti-spia e' costituita da tre nuovi 'bird' geosincronici messi in orbita negli ultimi quattro anni, che da soli coprono praticamente tutto il mondo", dice il massimo esperto del settore Jeff Richelson.
Quello che copre l'Europa staziona in orbita a 22.300 miglia di altitudine sopra il Corno d'Africa ed e' controllato dalla base terrestre inglese di Menwith Hill, nel nord del Yorkshire, che con i suoi 22 terminali satellitari e' la piu' grande e potente della rete Ukusa. Il terzo e ultimo elemento del sistema e' costituito da una griglia di supercomputer in rete denominati "dizionari" - capaci di assorbire, esaminare, e filtrare in tempo reale enormi quantita' di messaggi digitali e analogici, estrapolare quelli contenenti ognuna delle keywords preprogrammate, decodificarli e inviarli automitacamente al quartier generale del servizio di intelligence dei cinque paesi interessati ai messaggi che includono la parola predeterminata.
"Ogni due giorni i dictionary manager dei cinque Paesi cambiano la lista delle parole-chiave, inserendone delle nuove e togliendo delle vecchie a seconda dei temi politici, diplomatici ed economici di interesse per gli Usa e i suoi alleati", spiega Richelson.
 
Fonte: http://www.italysoft.com/software/interdetective-it.html